Scuola di Farmacia e Nutraceutica

Università Magna Graecia di Catanzaro

Proteomica dei microrganismi nelle produzioni animali

CdL Scienze e Tecnologie delle Produzioni Animali

L'insegnamento intende globalmente fornire secondo un approccio sinergico le nozioni e le metodologie necessarie allo studio delle proteine dei microrganismi, incluse le tecnologie di avanguardia nello studio del microbiota, per migliorare le strategie di diagnosi e vaccinazione degli animali da reddito, prevenire le zoonosi e dare nuovi input per nuove molecole antimicrobiche.

Docente:
Bruno Tilocca
tilocca@unicz.it
Martedì dalle 9.00 alle 12.00 e mercoledì dalle 9.00 alle 12.00 (previo appuntamento a mezzo mail)

SSD:
VET/05 - Malattie infettive degli animali domestici

CFU:
6

Scuola di Farmacia e Nutraceutica - Data stampa: 06/10/2022

Obiettivi del Corso e Risultati di apprendimento attesi

Obiettivo del corso consiste nel fornire allo studente le metodologie e le nozioni necessarie ad un approccio globale nei confronti della proteomica dei microrganismi, batterica e virale.  Inoltre, lo studente potrà possedere quegli elementi atti alla comprensione delle moderne biotecnologie a servizio del miglioramento diagnostico e del controllo vaccinale. Al termine del corso, gli studenti dovranno acquisire una buona conoscenza e comprensione dell’’importa biologica delle proteine espresse dai microrganismi, con acquisizione di nozioni basate su esempi applicativi recenti e innovativi. Lo studente inoltre acquisirà importanti nozioni di bioinformatica tassonomica e funzionale per lo studio di comunità microbiche complesse.

Programma

-          Richiami di microbiologia di base. Caratteristiche chimico fisiche dei microrganismi

-          Richiami di metabolismo dei microrganismi.

-          Metodi di studio proteomico dei microrganismi: estrazione delle proteine, dosaggio, separazione gel-based e gel-free. Spettrometria di massa applicata allo studio delle proteine dei microrganismi.

-          Disegno sperimentale per lo studio della proteomica batterica. Esempi applicativi

-          Disegno sperimentale per lo studio della proteomica virale. Esempi applicativi.

-          Bioinformatica applicata allo studio dei microrganismi.

-          Microbiota delle principali specie da reddito. Tecniche omiche per lo studio del microbiota: metagenomica, metatrascrittomica, metaproteomica, metabolomica.

-          Tecniche informatiche per l’integrazione dei dati omici: Megan, Meta IQ, Unipept,

-          Rappresentazione grafica dei dati (data visualization) di proteomica funzionale dei microrganismi

-          Biomarker discovery per l’impiego di nuove strategie vaccinali e diagnostiche basate su dati proteomici.

Impegno orario complessivamente richiesto allo studente

L'impegno previsto è di 150ore, di cui 48 ore di didattica frontale e 102 ore di studio individuale.

Metodi insegnamento

Lezioni fontali, probelm solving, esempi pratici sperimentali, journal club

 

Risorse per l'apprendimento

  1. Alberio, M. Fasano, P. Roncada. Proteomica. Ed.Edises. ISBN9788836230495

Materiale fornito dal docente.

 Ulteriori letture consigliate per approfondimento

Attività di supporto

Articoli scientifici forniti dal docente

Simulazione on line di analisi dati

Simulazione d’esame

Modalità di frequenza

Le modalità sono indicate dall’art.8 del Regolamento didattico d’Ateneo.

Modalità di accertamento

Le modalità generali sono indicate nel regolamento didattico di Ateneo all’art.22 consultabile al link http://www.unicz.it/pdf/regolamento_didattico_ateneo_dr681.pdf

 

 

L’esame finale sarà svolto in forma orale

 

Nell’eventualità di esame in forma orale i criteri applicati saranno quelli riassunti in tabella:

 

 

Conoscenza e comprensione argomento

Capacità di analisi e sintesi

Utilizzo di referenze

Non idoneo

Importanti carenze.

Significativeinaccuratezze

Irrilevanti. Frequenti generalizzazioni. Incapacità di sintesi

Completamente inappropriato

18-20

A livello soglia. Imperfezionievidenti

Capacità appena sufficienti

Appena appropriato

21-23

Conoscenza routinaria

E’ in grado di analisi e sintesi corrette. Argomenta in modo logico e coerente

Utilizza le referenze standard

24-26

Conoscenza buona

Ha capacità di a. e s. buone gli argomenti sono espressi coerentemente

Utilizza le referenze standard

27-29

Conoscenza più che buona

Ha notevoli capacità di a. e s.

Ha approfondito gli argomenti

30-30L

Conoscenza ottima

Ha notevoli capacità di a. e s.

Importanti approfondimenti